Notizie

immagine MISURAZIONE HOLTER PRESSORIO 24H

MISURAZIONE HOLTER PRESSORIO 24H

Da oggi e' attivo il nuovo servizio di HOLTER PRESSORIO 24H. Il servizio è indicato per tutti i soggetti che hanno la necessità di misurare con precisione la pressione durante le diverse attività della giornata. Il monitoraggio pressorio delle 24 ore è un test non invasivo che consente di registrare la pressione arteriosa ad intervalli regolari mediante un piccolo apparecchio fissato in vita con una cintura. Puoi venire ogni giorno in farmacia durante l’orario di apertura ed in soli 5’ applichiamo lo strumento e ti informiamo su come utilizzarlo. 24 ore dopo ritorni in farmacia, togliamo lo strumento e stampiamo il risultato.

immagine Hai mai fatto UN'ANALISI DELLA COMPOSIZIONE CORPOREA?

Hai mai fatto UN'ANALISI DELLA COMPOSIZIONE CORPOREA?

Tutti siamo saliti almeno una volta su una bilancia per controllare il nostro peso ma… hai mai misurato la massa grassa? Da oggi puoi farlo nella farmacie Valore Salute che si sono dotate di impedenziometro professionale elettronico con tecnologia scientificamente validata BIA.

 

Cos'è l'Analisi d'Impedenza Bioelettrica (BIA)?

Il test misura in maniera rapida e approfondita la composizione corporea attraverso i dati relativi a peso, la massa muscolare, la massa grassa e acqua corporea totale.
La composizione corporea attuale del paziente viene comparata con dei valori standard di riferimento; il report evidenzierà l'eventuale presenza di un'eccedenza di grasso, l'equilibrio del rapporto grasso/muscoli, un'eventuale carenza di massa muscolare, l'idratazione totale, esterna e interna delle cellule.
L'analisi segmentale della massa magra permette di conoscere la distribuzione dei muscoli ed il loro stato di sviluppo e l'analisi segmentale del grasso corporeo permette di conoscere la distribuzione degli accumuli adiposi.

 

Come si effettua il test?

La persona che si sottopone al test deve salire a piedi scalzi sulla bilancia impedenziometrica. La misurazione verrà effettuata attraverso 8 elettrodi con 4 punti di contatto cutaneo, posti sugli arti inferiori e su quelli superiori. Non è necessario svestirsi. L'esame, non invasivo, dura circa 30 secondi; l'intera procedura di misurazione meno di 5 minuti.

 

Perché sottoporsi al test?

Il test è consigliabile per i soggetti che seguono una dieta o che hanno problemi di sovrappeso, per chi ha problemi cardiovascolari o di diabete, per chi svolge attività sportiva anche a livello agonistico e per chi deve svolgere attività riabilitativa. In particolare per i bambini oltre alla misurazione della composizione corporea è possibile valutare se il corpo sta crescendo in maniera corretta ed in equilibrio sulle varie componenti.

immagine Tutte le domande e le risposte sui fattori di protezione solare.

Tutte le domande e le risposte sui fattori di protezione solare.

Gli indici di protezione solare sotto analisi: che cosa sono? Perché sono importanti? Qual è il fattore minimo per proteggere adeguatamente la pelle dagli UV? Le risposte degli esperti.

 

Indice di protezione solare: che cos’è esattamente?


È indicato sulle confezioni di alcuni prodotti cosmetici e, naturalmente, dei solari con la sigla SPF (dall’inglese Sun Protection Factor), seguita da un numero. «Questo numero definisce la capacità del prodotto di resistere ai raggi UVB, che sono i responsabili dell’abbronzatura della pelle sotto il sole» spiega Pascale Mora, direttrice della Comunicazione Scientifica di Vichy. L’Unione Europea si è pronunciata sul tema, dichiarando non adatti i prodotti con indici di protezione inferiori a 6.

In che modo proteggere la pelle?


«6, 10,15, 20,30, 50 o 50+, la differenza consiste nel fatto che più l’indice è elevato, più a lungo ci si può esporre ai raggi del sole» spiega Pascale Mora. Ma, sotto il sole, le pelli non sono tutte uguali. La ragione? L’esistenza di diversi fototipi. È per questo motivo che, ad esempio, le pelli chiare possono scottarsi anche dopo soli pochi minuti di esposizione mentre le pelli scure resistono più a lungo ai raggi UVB.

La raccomandazione dell’esperta: «Bisogna scegliere l’indice di protezione in funzione del proprio tipo di pelle» aggiunge Pascale Mora. Un indice 50 è indispensabile per le pelli chiare e molto chiare. Gli indici 30 o 15 sono invece riservati alle pelli scure.

Focus sui raggi UVA


I raggi UVA sono i più penetranti tra gli UV. «Sono in grado di attraversare le nuvole, i vetri e di andare a colpire direttamente l’epidermide; sono responsabili dell’invecchiamento cutaneo e possono danneggiare la pelle in profondità. Per proteggersi dal loro attacco, verificare sempre che sulla confezione, oltre all’indice SPF, sia presente anche il simbolo UVA che indica la capacità del solare di proteggere la pelle dagli UVA» consiglia Pascale Mora.

Come applicare correttamente i solari per ottenere efficacia e protezione


L’efficacia di un indice solare è determinata anche dalla quantità di crema che si applica sulla pelle: in genere andrebbero applicati 2 mg per cm2, cioè circa 20 ml su tutto il corpo. L’equivalente di una pallina da golf per proteggersi dalla testa ai piedi. «Inoltre, è importante riapplicare il prodotto frequentemente perché, con il passare del tempo, la protezione non è più ottimale. E evitare di esporsi tra mezzogiorno e le quattro del pomeriggio, le ore del giorno in cui i raggi UV sono più intensi» raccomanda Pascale Mora.

 

La Redazione

giovedì 12 gennaio

 

immagine Le "mani pulite" degli italiani

Le "mani pulite" degli italiani

Una recente ricerca di Top Doctors (www.topdoctors.it) ha indagato a fondo nell'abitudine degli italiani a lavare le mani, ed è emerso che siamo abbastanza attenti a questa fondamentale pratica igienica, da ripetere - secondo gli esperti - per almeno 5 volte al giorno. Dai dati raccolti, infatti, poco meno della metà delle persone (46%) si lava le mani tra le 5 e le 10 volte al giorno; a cui si aggiungono un buon 15% che, a rischio fobia, ripete l'operazione per più di 10 volte. Quindi, a conti fatti, sei italiani su dieci si comportano positivamente.